ANTICELLULITE: Oli essenziali per un intervento casalingo

Oli essenziali anticellulite

La cellulite è un problema che affligge molte donne, anche se  non sono in sovrappeso, e in piccola parte gli uomini.

Da un punto di vista medico è denominata “pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica”, che indica la condizione alterata delle cellule adipose nel tessuto sottocutaneo. Negli spazi tra le cellule adipose  si accumulano i residui dei processi biochimici dell'organismo, che il corpo non riesce a smaltire tramite il sistema venoso e linfatico (ritenzione).
Esistono diversi i tipi di cellulite, ma ai fini di  un intervento casalingo, sia di prevenzione, sia di contrasto, a noi interessa agire sulla circolazione e sulla pelle.
Gli oli essenziali più adatti sono quindi: pompelmo, geranio, cipresso, ginepro, rosmarino, cedro, patchouli, palmarosa olio di base jojoba e baobab eventualmente mescolato con una piccolaparte di olio di vinacciolo 


 

L'olio essenziale di Pompelmo contro la cellulite

Appartiene agli agrumi (rutacee) e i costituenti principali del suo olio essenziale sono: limonene (oltre il 90%), mircene, alfa-pinene, cariofillene, cumarine e geraniolo. Questo mix di sostanze svolge un'azione rinfrescante e tonificante su tutto l'organismo, stimola il metabolismo, coadiuvando l’eliminazione delle tossine dai tessuti e supporta il sistema linfatico. Il geraniolo aiuta a rassodare la pelle.
E’ un’essenza particolarmente volatile, con profumazione suadente, calda quanto allegra.

Una curiosità: tra i tanti studi medici sull’effetto degli aromi, alcuni hanno sottolineato che l’odore di questa essenza aiuta a diminuire l’appetito, come  anche la Lavanda, il Limone ed altri.
Il Pompelmo in particolare è di aiuto nei disordini alimentari e nel trattamento dell’obesità.

www.sciencedirect.com
www.liebertonline.com
www.kgstiles.com
 

L'olio essenziale di Geranio contro la cellulite

Si usano i distillati di Pelargonium Odoratissimum e Graveolens.
I suoi principi attivi sono il geraniolo, il citronellolo, il linalolo, il terpineolo.
Oltre alla qualità più diffusamente conosciuta, di insettifugo, questo gradevole olio essenziale è astringente, cicatrizzante, stimolante della circolazione, e per questo motivo è adatto a contrastare i ristagni e le smagliature.

La profumazione è fresca e allegra, ed influenza positivamente l’umore.
 

L'olio essenziale di Ginepro contro la cellulite

Il Ginepro è un sempreverde arbustivo (conifera).
L'olio essenziale è ricco in monoterpeni ed alcoli (mono e sesquiterpenici).
Efficace per le sue proprietà diuretiche, questo olio essenziale può essere impiegato nei casi di  stasi circolatoria, varici, emorroidi,  ritenzione idrica. Inoltre è di aiuto nel trattamento di coliche e flatulenza, e contrasta lo stress psicologico-emotivo, che genera spesso disordine alimentare  (sotto stress si tende a mangiare cose strane o la prima cosa che capita tra le mani), e che altera le normali funzioni organiche.
La sua profumazione è intensa, verde e pungente.
 

L'olio essenziale di Cipresso contro la cellulite

L’estrazione dell’olio essenziale si ha dai rametti, dai falsi frutti e dalla corteccia del Cupressus sempervirens L. var. stricta (Aiton) .
Tra i suoi componenti  troviamo il sabinolo, il cimene, il silvestrene, il  canfene e il  pinene, sostanze che , oltre ad aiutare l’equilibrio di corpo e psiche, hanno spiccate caratteristiche astringenti e drenanti sui tessuti. Ha cioè qualità diuretiche, è  vasocostrittore, emostatico, antireumatico.
Utile nei massaggi per  l'insufficienza circolatoria periferica (microcircolo),  è indicato anche solo per le gambe stanche, e in caso di emorroidi e vene varicose.

L’odore è speziato-dolce, leggermente balsamico, che ricorda il Ginepro ed il Pino.
 

L'olio essenziale di Rosmarino contro la cellulite

La sua profumazione è largamente conosciuta, fresca, erbacea, dolce, legnoso-balsamica.

L’olio essenziale è ricco di monoterpeni, sesquiterpeni, alcoli (borneolo, alfa terpineolo), acetato di bornile, eucaliptolo, chetoni (canfora, verbenone).

Stimola il microcircolo, e per questo è favorevolmente impiegato nel massaggio, per il trattamento degli inestetismi dovuti alla cellulite. Lo stesso impiego può essere applicato al cuoio capelluto per migliorare la crescita dei capelli.
Rivitalizzante, l’olio essenziale di Rosmarino provoca un aumento della pressione arteriosa ed una stimolazione delle ghiandole surrenali (sia a livello della midollare che della corticale), con conseguente rilascio di ormoni (adrenalina e cortisolo), che potenziano la risposta allo stress. Da non usare in gravidanza.

 

Diluizione

Un ottimo vettore per diluire gli oli essenziali e massaggiarli, è l’olio di baobab, ottenuto per spremitura dai tanti semi, contenuti nei frutti.
E’ un olio ricco di acidi grassi essenziali (oleico, linoleico e linolenico), e con un elevato contenuti di vitamina C.
Oltre che nell’alimentazione, questo olio ha un importante ruolo nella cosmesi, come antiossidante  e rigenerante: ridona elasticità alle pelli secche, leviga quelle rugose, allevia i corpi stanchi. Per questo motivo, le sue caratteristiche, unite a quelle degli oli essenziali citati, sono un ottimo coadiuvante agli inestetismi della pelle (comprese le smagliature) e al recupero della vitalità circolatoria.



Prof.ssa Gisella Cannarsa www.aiodibin.org